Sapere

Fare il pieno d’aria:
appuntamento nella foresta

Le foreste coprono circa un terzo del territorio svizzero. In molti le frequentano perché ci trova­no il relax che cercano e un’aria migliore, da respirare a pieni polmoni. La foresta svolge un ruolo essenziale nella purificazione dell’aria e per questo è considerata il polmone della Svizzera. Ma offre anche altri benefici all’uomo, che è chiamato a proteggerla. Leggete perché in mezzo alla natura si sta così bene.

Testo: Florian Baccaunaud

La foresta come filtro dell’aria

Spesso si sente dire che le foreste sono il «polmone» della Terra. Se è così, in Svizzera si deve respirare particolarmente bene, visto che un terzo della sua superficie è coper­ta di boschi! Passeggiare e fare sport immersi nel verde è così pia­cevole perché abbiamo la sensazione di respirare meglio e di fare il pieno di aria pulita. Ma precisamente che effetto hanno le distese boschive sul miglioramento della qualità dell’aria?

 

Si può affermare che la foresta è un vero e proprio filtro dell’aria. Come spiega Nicole Bauer, specialista in psicologia ambientale presso l’Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL), «gli alberi producono ossigeno e filtrano gli agenti inquinanti e le polveri sottili che si depositano sulle foglie».

 

Le foreste hanno anche un impatto positivo sul tasso di anidride carbonica (CO2) nell’aria che respiriamo. Durante il processo di fotosintesi, infatti, gli alberi liberano l’ossigeno nell’atmosfera e trattengono circa la metà dell’anidride carbonica che captano per crescere. Per periodi di durata molto variabile il carbonio viene trattenuto nella materia vegetale (biomassa) e poi nel terreno. Secondo le stime, nelle nostre foreste sono stoccate 150 milioni di tonnellate di carbonio, il che corrisponde a un assorbimento di 550 milioni di tonnellate di CO2.

 

Che piacere starsene nel verde!

Se si è alla ricerca di relax, la foresta è il principale spazio naturale accessibile liberamente. Ecco perché d’estate quasi la metà della popolazione si reca nella foresta almeno una volta a settimana e d’inverno almeno una o due volte al mese.

 

L’effetto salutare della foresta non si limita però alla purezza dell’aria che ci regala: i benefici sono molti di più. Come precisa Nicole Bauer «la foresta ha il pregio di essere un luogo che, a differenza dell’ambiente urbano, non ci espone a stimoli simultanei multipli».

 

Per questo la foresta è il posto giusto per rigenerare la propria capacità di concentrazione e allontanare lo stress. Secondo gli studi1, ques­to effetto rilassante che la natura ha in generale sull’essere umano è dovuto a cinque fattori ambientali: il fascino, l’armonia, la lontananza, l’estensione (per le sue grandi dimensioni) e la sensazione di compatibilità.

Essendo queste caratteristiche molto spiccate nella foresta, farvi una passeggiata permette di riprendersi dalla fatica mentale.

 

Promuovere la protezione della foresta

Oltre a offrire numerosi benefici all’essere umano e all’aria, la foresta è anche la fonte di materie prime più importante della Svizzera. Ecco perché sono sempre di più le persone che ne acquistano una parcella per conservarla, mantenerla e farla vivere, consapevoli del fatto che la foresta riveste un ruolo chiave in diversi settori.

  1. Kaplan R.; Kaplan, S., 1989: The Experience of Nature. A Psychological Perspective. New York, Cambridge University Press.

Le foreste svizzere in cifre

  • Le foreste coprono circa un terzo della superficie del paese.
  • Il 30% di esse è in mano ai privati.
  • A differenza del patrimonio boschivo di altre nazioni dell’Europa occidentale, la foresta svizzera cresce di 10 milioni di metri cubi all’anno.
  • Nei boschi vivono di 25 000 specie animali e vegetali.
  • In Svizzera ci sono circa 66 alberi per abitante.

Buono a sapersi

Con biomassa si intende l’insieme delle materie organiche in grado di trasformarsi in energia. Parlando di materia organica ci si riferisce sia alle materie di origine vegetale che a quelle di origine animale.

La fotosintesi è il processo che permette ai vegetali di assorbire l’anidride carbonica presente nell’aria e di rilasciare l’ossigeno.

DE | FR | IT

 

 

DE | FR | IT

 

Lega polmonare svizzera
Chutzenstrasse 10 | 3007 Berna