Studio

Migliori risultati grazie all’accurata assistenza

Le prestazioni della Lega polmonare

In Svizzera 150 000 persone soffrono di apnea del sonno. La terapia CPAP è la più efficace contro queste interruzioni notturne della respirazione, che causano spossatezza e sonnolenza durante il giorno e, con il tempo, aumentano il rischio di malattie cardiovascolari. Durante la notte, l’apparecchio CPAP immette un flusso d’aria in una mascherina nasale che mantiene libere le vie respiratorie e impedisce gli arresti.

La Lega polmonare assiste le persone affette durante l’intero svolgimento della terapia: i suoi specialisti consigliano i pazienti nella scelta dell’apparecchio e della mascherina, la adattano e insegnano l’uso quotidiano dell’apparecchio. Proseguono l’assistenza anche dopo il periodo di apprendimento e aiutano a integrare la terapia nella vita quotidiana, fornendo consigli pratici ai pazienti e ai loro famigliari. Inoltre discutono l’andamento della terapia con i malati e li seguono assieme al medico curante.

Ulteriori informazioni su:

www.legapolmonare.ch/risultati-nella-terapia

Secondo uno studio della cassa malati Helsana, i pazienti della Lega polmonare affetti da apnea del sonno generano costi sanitari nettamente inferiori rispetto a quelli seguiti da altri enti e interrompono la terapia con minor frequenza.

Testo: Philippe Giroud

La Lega polmonare è il numero uno in Svizzera in fatto di apnea del sonno: assiste oltre 65 000 pazienti affetti da questo disturbo. La Lega polmonare è del parere che la consulenza esaustiva e l’accurata assistenza siano indispensabili affinché i pazienti si sentano a loro agio con la mascherina e seguano correttamente la terapia nel corso degli anni.

 

L’analisi della cassa malati Helsana, pubblicata in maggio 2017, indica che i pazienti affetti da apnea del sonno sono in buone mani presso la Lega polmonare. La sua accurata assistenza, che avviene durante l’intero svolgimento della terapia, dà risultati migliori rispetto a quella prestata da altri enti.

 

Oltre 9000 dati analizzati

Helsana ha analizzato i dati di 9419 assicurati che avevano noleggiato o acquistato un apparecchio CPAP nel 2014. Uno scopo di questa analisi era di esaminare l’efficacia del trattamento.

 

Helsana si è chiesta se il concetto di assistenza globale della Lega polmonare avesse un effetto sui costi della salute e sulle prestazioni mediche cui ricorre l’insieme dei pazienti. Un altro scopo dello studio era di esaminare la qualità dei trattamenti tenendo conto della probabilità di interrompere la terapia e di essere ricoverati in ospedale.

 

Costi medici più bassi

Le analisi indicano che il lavoro della Lega polmonare ha ottimi effetti. I pazienti che seguono la terapia CPAP e che sono assistiti dalla Lega polmonare generano costi sanitari nettamente inferiori rispetto a quelli generati dai pazienti accompagnati da altri enti: in media il 10 per cento in meno. Inoltre spendono in media 900 franchi all’anno in meno per il medico.

 

Helsana stima che questo risparmio sia dovuto al fatto che i pazienti della Lega polmonare consultano meno frequentemente il medico:

le visite presso il medico generico sono inferiori del 2 per cento in media, quelle dallo specialista perfino del 26 per cento.

 

Quando le persone affette da apnea del sonno sono assistite dalla Lega polmonare ...

DE | FR | IT

 

... sopportano costi per la salute inferiori del 10% in media*

... causano annualmente 900 franchi di costi medici in meno*

... richiedono un 2% di visite in meno presso il medico di famiglia*

... e un 26% di visite in meno presso lo specialista*

... la loro probabilità di essere ricoverati in ospedale cala del 12%*

* rispetto ai pazienti seguiti da altri enti

Gran qualità dei trattamenti

L’analisi indica inoltre che la qualità dei trattamenti è migliore presso la Lega polmonare, poiché la probabilità di un ricovero in ospedale è inferiore del 12 per cento rispetto ai pazienti seguiti da altri enti. Inoltre, i pazienti della Lega polmonare interrompono la terapia con minor frequenza nel corso dei primi dodici mesi.

Come indicano i 1501 casi esami-nati, la probabilità che un paziente qualsiasi interrompa la terapia è del 38 per cento, ma scende al 20 per cento presso i pazienti della Lega polmonare.

 

 

Frequenza dell’interruzione della terapia
nei primi dodici mesi

L’assistenza accurata porta i suoi frutti

I risultati dell’inchiesta portano Helsana a concludere che la Lega polmonare assume una funzione chiave nei confronti dei pazienti affetti da apnea del sonno, simile a quella del medico di famiglia nei modelli managed care. L’impegno della Lega polmonare è benefico per i pazienti, tanto sul piano dell’efficienza che su quello della qualità. Questo giova ai pazienti, alle casse malati e sgrava il settore medico.

 

Questi risultati premiano la metodologia e il lavoro della Lega polmonare, che conterà anche in futuro su un personale perfettamente qualificato e su un’assistenza accurata e completa dei pazienti.

 

DE | FR | IT

 

Lega polmonare svizzera
Chutzenstrasse 10 | 3007 Berna